Frère Jean-Philippe (1946-2014)

Il 10 novembre, frère Jean-Philippe è morto a 68 anni a Taizé. Era nato a Losanna, in Svizzera e dopo gli studi in lettere, ai quali s’era molto appassionato (conosceva bene la narrativa italiana e l’apprezzava molto), era entrato nella comunità nel 1968.

Aveva problemi di cuore da tempo e proprio il cuore ha ceduto mentre si trovava a letto. I funerali si sono svolti sabato 15 novembre nella Chiesa della Riconciliazione alla presenza di sua sorella, suo cognato e i quattro nipoti.


Poco tempo dopo il suo arrivo a Taizé, frère Roger aveva scoperto le sue doti e gli aveva affidato importanti incarichi nell’amministrazione e nell’edizione dei libri pubblicati dalle Presses de Taizé.

Dalla fine degli anni 80 ai primi anni 90 frère Roger l’ha incaricato di dare una mano periodicamente ai fratelli che abitavano negli Stati Uniti. Ha trascorso molti mesi con loro a New York nel quartiere chiamato “Hell’s Kitchen”, la Cucina dell’Inferno e a Milwaukee in un quartiere afro-americano. Assieme ad altri fratelli ha viaggiato per gli stati del Midwest degli USA e in Texas per aiutare i giovani a prepararsi all’incontro nordamericano che Taizé ha organizzato a Dayton, nell’Ohio nel 1992.

Rientrato a Taizé a ricoperto di nuovo ruoli amministrativi, impegnandosi particolarmente nelle pratiche burocratiche necessarie per ottenere i visti per quei giovani provenienti da paesi lontani che volevano partecipare agli incontri internazionali di Taizé.

Quando all’inizio degli anni novanta è scoppiata la guerra nell’ex Yugoslavia, è andato in Croazia dove si trovavano molti rifugiati ed ha preparato la venuta a Taizé di vari gruppi di bambini bosniaci che necessitavano di un tempo di tranquillità e la sistemazione a Taizé di una famiglia di Sarajevo, che ci vive tuttora.

Molto colto e molto umile, amava il bello e, avendo la passione dei libri, era in grado di consigliare ai fratelli della comunità e alle persone che lo avvicinavano le letture più adatte a loro.

Durante tutta la vita ha accompagnato spiritualmente un certo numero di persone che sono concordi nel riconoscere la qualità del suo ascolto, la sua delicatezza, il suo rispetto a la sua serenità.

Printed from: http://www.taize.fr/it_article17329.html - 15 August 2020
Copyright © 2020 - Ateliers et Presses de Taizé, Taizé Community, 71250 France