Una "visita fraterna" a Taizé

Alla fine di agosto, la comunità dei fratelli sta vivendo un momento speciale e completamente nuovo: una "visita fraterna". Frère Alois spiega di cosa si tratta.

Recentemente, mentre cercavamo di rispondere alla domanda "Cosa vuole Dio dalla nostra comunità in questo tempo di grandi cambiamenti nel mondo e nella Chiesa?", è cresciuta tra noi un’idea: condividere più profondamente la nostra vita e il nostro futuro con alcune persone al di fuori della nostra comunità.

A questo scopo, abbiamo invitato due donne e due uomini di diversa provenienza religiosa e con diverse responsabilità ecclesiali a farci una "visita fraterna" per sei giorni. Rimarranno con noi alla fine di agosto per capire più da vicino i molti aspetti della nostra comunità. Durante gli incontri personali con loro, tutti i fratelli che lo desiderano avranno la possibilità di esprimersi sulla vita comunitaria e su qualsiasi cambiamento che pensano possa valere la pena di prendere in considerazione. In seguito, saranno organizzati anche scambi online con i fratelli che vivono in piccole fraternità in altre parti del mondo. Poi le quattro persone che hanno parlato con noi condivideranno le loro osservazioni.

Prendiamo questa iniziativa non per affrontare un problema specifico o urgente, ma perché crediamo che una tale visione esterna della vita della comunità sarà utile.

Per quanto riguarda l’accoglienza dei giovani, questa visione esterna esiste da molto tempo, grazie all’Associazione dell’ accoglienza, formata dagli amici della comunità e che gestisce tutti gli aspetti pratici legati agli incontri di Taizé. Tuttavia, questa è la prima volta che una tale visita ha avuto luogo all’interno della comunità stessa.


 [1]

[1Picture: Cédric Nisi

Printed from: https://www.taize.fr/it_article32139.html - 28 May 2022
Copyright © 2022 - Ateliers et Presses de Taizé, Taizé Community, 71250 France